Sabato 16 Marzo, alle ore 11:00, un interessante laboratorio, per bambini dai 6 ai 12 anni, sugli antichi Romani e il loro rapporto con l’olio di oliva!

Si imparerà come i Romani utilizzavano l’olio non solo a scopo alimentare ma per mille altri usi, alcuni di essi ancora validi tuttora.

Il laboratorio si terrà nella Villa Romana del Varignano, e sarà quindi un’occasione per conoscerla meglio! Partendo dall’analisi delle importanti evidenze della “pars fructuaria” della Villa, in particolare del torchio oleario, l’attività ha lo scopo di illustrare i diversi utilizzi che gli antichi Romani facevano dell’olio di oliva.

Il laboratorio approfondirà vari aspetti della vita quotidiana in cui l’olio era protagonista, in particolare quello legato all’illuminazione, con la riproduzione di piccole lucerne a stampo.

La Villa Romana del Varignano

Situata in una bella conca nel Golfo dei Poeti, circondata da olivi, la Villa del Varignano costituisce un interessantissimo esempio di villa rustico-marittima di epoca romana.

Unisce le caratteristiche della villa marittima di otium con quelle di un’avviata azienda agricola, legata alla lavorazione e produzione dell’olio di oliva.
Costituisce per la Liguria un caso unico perché conserva la zona residenziale, dove viveva il signore con la sua famiglia, e la zona agricola destinata alla produzione.

Informazioni utili

Durata prevista: 1 ora e mezza
Biglietto di ingresso alla Villa: € 3,00 per i maggiorenni, gratis per bambini e ragazzi
Costo del laboratorio: 8,00 € a bambino
L’attività si realizzerà con un minimo di 10 partecipanti
E’ necessaria la presenza di un adulto per prenotazione
Prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 o turismo@archeologia.it

Annunci

Oleum romanorum – Un solo prodotto dai mille usi

Via Varignano Vecchio, 19025 Le Grazie, Portovenere SP