Una breve passeggiata all’interno di un bosco trasformato in un giardino botanico, dove i bambini possono osservare da vicino, e riconoscere con l’aiuto dei cartelli informativi, specie note e meno note.
Nelle vicinanze, poi, a meno di un chilometro di distanza, potete poi raggiungere il Laghetto del Bocco, un piccolo lago artificiale, anch’esso arricchito da alcuni pannelli informativi sulla fauna ittica che abita le sue acque.

Percorrendo questo breve itinerario i bambini impareranno a riconoscere specie autoctone quali la roverella, l’erica, il nocciolo, il faggio, il castagno, il agrifoglio. Impareranno a distinguere l’abete rosso da quello bianco, il pino marittimo da quello silvestre.

Molto bello, poi, è l’angolo delle Farfalle, dove, attraverso l’uso di tecniche naturali si è creato un ambiente adatto per le farfalle che infatti, in stagione, vi circonderanno allegramente svolazzando fra di voi, con le loro ali multicolori.

Come raggiungerlo

Occorre prendere l’autostrada Genova – Rosignano, e uscire al casello autostradale di Lavagna, proseguire in direzione Carasco. Giunti a Carasco seguire per SP 586 della Val d’Aveto e, a Mezzanego, seguire le indicazioni per il Passo del Bocco (SP 26 BIS) (targhe stradali del Parco) a 952 metri di altitudine.
Dal parcheggio, guardando il rifugio Devoto, si gira a sinistra percorrendo la SS225 per circa 50 metri, per prendere poi la strada che sale a destra (indicazioni “Sopralacroce”).
ATTENZIONE: il tratto è privo di marciapiede. In circa 300 metri si arriva all’inizio del Sentiero Botanico, sulla sinistra.

Il Giardino Botanico “F. Delpino”

Il giardino ospita una ricostruzione in piccole aiuole delle diverse coperture boschive che caratterizzano il nostro entroterra. E’ quindi possibile conoscere gli elementi botanici, e non solo, degli habitat tipici dell’Appennino Ligure, ma anche scoprire alcuni aspetti fitogeografici ed ecologici del Parco, evidenziando le relazioni tra le specie e le comunità vegetali e i diversi fattori ambientali. Si può anche cercare di spiegare il tutto, ai bambini, in maniera più semplice.

Questa esperienza naturalistica, proposta in maniera semplice e divulgativa e volutamente non “pedante”, rappresenta comunque per chi visita il Parco o è ospite del vicino Rifugio del Parco “Antonio Devoto” una piacevole opportunità per una tranquilla passeggiata nel verde.

Il percorso, realizzato con attenzione particolare anche nei confronti di fruitori diversamente abili, è attrezzato con leggii, un’area di sosta e picnic e offre uno spazio pensato quale “aula” didattica all’aperto. I leggii, posizionati in prossimità di ciascun habitat, illustrano in modo schematico ma dettagliato gli ambienti naturali che si trovano nel Parco, evidenziando le presenze della flora e della fauna più tipiche.

Lungo il percorso o all’interno delle aiuole, la presenza di appositi cartellini posti a fianco delle piante permette di identificare con facilità le principali specie vegetali.

 

Informazioni utili

Il dislivello complessivo è estremamente contenuto. La lunghezza è di circa 300 mt, che si compiono normalmente in 10 minuti (soste escluse)

E’ possibile prenotare visite guidate al Giardino Botanico telefonando al Centro di Educazione Ambientale del Parco: 0185/343370.

Nello zaino, non dimenticare:

  • macchina fotografica
  • abbigliamento da trekking

 

ATTENZIONE: le informazioni presenti in questo articolo possono non essere aggiornate, per cambiamenti dovuti a clima, manutenzione del territorio, eventi naturali, danni causati dall’uomo. Se volete segnalarci difformità con quanto scritto, vi invitiamo a farlo scrivendo a [email protected] – Contribuirete così ad un sito sempre più aggiornato ed attendibile. Grazie!

Guarda la Gallery del Bosco Giardino

Il Laghetto del Bocco

Il Laghetto del Bocco è un piccolo lago artificiale che il Parco dell’Aveto ha valorizzato ideando un percorso naturalistico attrezzato lungo le sue sponde.

Il percorso, realizzato con attenzione particolare anche nei confronti di fruitori diversamente abili, è attrezzato con leggi e un’area di sosta e picnic.

I leggii illustrano la flora e la fauna delle zone umide e gli interventi, di ingegneria naturalistica che si sono resi necessari per la realizzazione del percorso.

Informazioni utili

  • Come arrivare alla partenza: Dall’uscita del casello autostradale di Lavagna, proseguire in direzione Carasco. Giunti a Carasco seguire per SP 586 della Val d’Aveto e, a Mezzanego, seguire le indicazioni per il Passo del Bocco (SP 26 BIS) (targhe stradali del Parco); proseguire in direzione di Varese Ligure per circa 300 m (targhe stradali specifiche).
  • Il percorso accessibile con pendenze ridotte è raggiungibile percorrendo, con l’auto, un breve tratto di sterrato (occorre fermarsi al Rifugio “A.Devoto” per ritirare le chiavi della catena).
  • Difficoltà: tenuto conto del fondo naturale il tracciato è percorribile senza particolari difficoltà.

La Gallery del Laghetto

Il Bosco Giardino dell’Aveto e il Laghetto del Bocco

Strada Provinciale 26bis, 137, 16046 Borzonasca GE, Italy