La valle geograficamente più “corta” della Provincia di Genova. Una storia millenaria, che parte addirittura dal Neolitico e si sviluppa soprattutto nel tardo Medioevo e negli ultimi 3 secoli, fatta da una civiltà contadina, operosa, industre, che ha saputo coniugare l’agricoltura, l’artigianato e l’industria, fino a creare un’economia che ha reso autonoma la valle per secoli.

Tutto questo retroterra, orgogliosamente documentato e testimoniato dagli attuali valligiani nei due Musei più importanti della Valle, il Museo Tubino di Masone e il Museo della Filigrana di Campoligure, si ritrova anche nella tradizione dei presepi. Due dei più belli si trovano, appunto, a Masone, presso il Museo Tubino, e a Campoligure, presso l’Oratorio dei Santi Sebastiano e Rocco.

Da non perdere, anche, il Museo Passatempo, a Rossiglione, vero e proprio tesoro della memoria dei nostri giorni recenti (il 900…)

La nostra guida è Patrizia Macchina di Union Tour, la quale, prima di cominciare la visita, ci suggerisce di gustare una specialità unica nella valle: i Crumiri di Masone, che si trovano solo ed esclusivamente presso la Pasticceria Mosto (via Marconi, 3 – Masone), e la cui ricetta, a base di burro e farina di polenta, è ovviamente SEGRETA ed era stata richiesta, molti anni fa, senza successo, dalla Bistefani.

IL PRESEPE DI MASONE

Si trova ospitato all’interno del Museo Civico Andrea Tubino, è parzialmente meccanizzato, non è molto grande, ma è di sicuro interesse per i bambini. Al suo interno si possono trovare, riproduzioni di edifici e chiese del paese (la Chiesa della Vezzulla, ad esempio) e anche la raffigurazione di personaggi storici del paese, quali ad esempio l’arrotino che, creduto pazzo – ci racconta l’appassionata Patrizia – venne a lungo ricoverato in un manicomio. Alla sua morte, tra le sue cose, venne trovato un diario che riportava, giorno per giorno, tutti ciò che accadeva nel paese, dal tempo atmosferico ad altri accadimenti, e che quindi si rivelò così un documento storico di sicuro interesse, che fu, fra l’altro,  “tradotto” e pubblicato.

Usciti sulla piazza, nelle domeniche precedenti il Natale, ci si può imbattere nel presepe vivente, che coinvolge tutto il paese vecchio in questa tipica rappresentazione natalizia.

Visitabile dal 24 Dicembre 2016 al 6 Gennaio 2017, tutti i giorni, dalle 15:30 alle 18:30

IL PRESEPE DI CAMPOLIGURE

Più ampio e anche, forse, più conosciuto, è il presepe di Campoligure. Qui la meccanizzazione è più ampia, e le dimensioni della struttura consentono anche una visione prospettica di migliore qualità. Nei bambini suscitano certamente curiosità alcuni meccanismi che scattano all’inserimento di una moneta da un euro in una apposita feritoia, per fare inchinare un pastore davanti alla grotta, ad esempio.

Tutte queste strutture sono, ovviamente, tenute in esercizio da volontari, per cui non esiterete, all’uscita, nel lasciare una vostra gradita offerta.

Gli orari sono: dal 15 Dicembre 2016 al 6 Gennaio 2017: tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00

Dal 7 Gennaio 2017 al 27 Gennaio 2017, Sabato e Festivi, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00

Consigli Utili

Entrambe le destinazioni sono raggiungibili in poco più di mezz’ora da Genova, uscendo al casello di Masone dell’autostrada A26. Non ci sono curve fastidiose.

Per quanto riguarda il posteggio, è comodo quello di Masone (si può posteggiare, ad esempio, nell’ampio piazzale della Chiesa Parrocchiale e poi fare un centinaio di metri a piedi), mentre è un pochino più difficoltoso quello di Campoligure, per cui si consiglia di posteggiare presso il Campo Sportivo e percorrere qualche centinaio di metri a piedi utilizzando il caratteristico ponte in pietra, ad arco, per entrare in paese, quasi interamente pedonalizzato.

Per visite guidate e proposte di itinerari, anche e soprattutto, a misura di bambino, come piace a noi,  in tutta la Valle Stura, potete contattare Patrizia Macchina al numero 3386915564

La Gallery del Presepe di Rossiglione

Annunci