Acquasanta e il Museo della Carta.

Ad Acquasanta, località termale in provincia di Genova, proponiamo una breve passeggiata ad anello, partendo dal piazzale del Santuario. Ai bambini, sicuramente, interesserà poco, tuttavia, a voi genitori, consigliamo, una volta posteggiato, di fare una breve visita al Santuario, perché è ricco di stucchi, ornamenti e marmi preziosi. Inoltre, nel 1800, ha ospitato le nozze tra Ferdinando II di Borbone, re di Napoli, e la principessa Maria Cristina di Savoia, figlia del re Vittorio Emanuele I.

ANELLO_DI_ACQUASANTA_007La passeggiata

Si parte in prossimità del lato destro del Santuario. Troverete facilmente una piccola fontana ed una mattonata che sale dolcemente.
Si tratta del percorso pedonale che porta alla stazione ferroviaria di Genova Acquasanta.
Dopo poche centinaia di metri si incontra la rotabile che porta alla stazione. La attraverserete e proseguirete verso monte per un breve tratto, fino ad incrociare nuovamente il sentiero che, senza altre deviazioni, vi condurrà alla stazione.
Poco prima di giungere in cima, si attraversa un ponticello in cemento che attraversa un ruscello (vedi foto).
ANELLO_DI_ACQUASANTA_013Per il ritorno, consigliamo di prendere la strada asfaltata, che parte dalla stazione, svoltare a destra al primo bivio e tornare seguendo la discesa, al piazzale del Santuario.
Lunghezza complessiva del percorso: 1, 4 Kilometri, tempo di percorrenza: circa 25 minuti.
Si tratta, come si vede, di un percorso molto facile. Perché allora non abbinarlo ad una visita al Museo della Carta di Mele?

Scarica il tracciato del percorso

Il Museo della Carta

MUSEO_DELLA_CARTASi tratta di uno splendido viaggio nel mondo della carta, realizzato dal Comune di Mele per far conoscere l’affascinante mondo della carta: da quando essa viene prodotta a quando viene trasformata e utilizzata; per apprendere un uso consapevole di un umile manufatto che si auspica sempre più riciclato.

La struttura è stata ricavata dall’ex cartiera Sbaraggia di Acquasanta, risalente al 1756, ad accogliervi ci sarà un mastro cartaio, che vi illustrerà i segreti della carta e vi insegnerà a produrre con le tue mani fogli di carta illustrati con i tuoi personaggi preferiti dei cartoni animati o con gli stemmi della tua squadra del cuore.

Il Museo è aperto dal Mercoledì alla Domenica, dalle 9.30 alle 17.30. Per la visita è gradita la prenotazione.

Orario visite guidate (durata, circa 45 minuti):
9.30 (riservato alle scuole), 11.30, 14.30, 15.30,16.30

Ancora voglia di camminare?

Dall’Acquasanta partono percorsi da trekking impegnativi, come i percorsi alla Cappellina Baiarda (703 m) e a Punta Martin (1001 m), ma c’è la possibilità di percorrere senza particolare fatica il primo tratto dell’escursione per Punta Martin fino a Rio Baiardetta.

Come si raggiunge

In auto, Acquasanta si raggiunge a partire dalla delegazione di Genova Voltri, seguendo le indicazioni per la statale 456 del Passo del Turchino. Dopo 3 kilometri, si incontra una deviazione a destra che porta, in breve, direttamente al paese. La strada per arrivare presenta qualche curva.

In autobus: con la linea 1 si arriva fino a Genova Voltri, in prossimità della stazione ferroviaria, vicino alla quale, in piazza Lerda, si prende la linea 101 che transita di fronte al Santuario dell’Acquasanta, scendendo alla fermata Acquasanta/Santuario. In alternativa si può usare la linea 101/ il cui capolinea è proprio davanti al Santuario.

Nello zaino, non dimenticare:

  • occhiali da sole
  • borraccia per l’acqua
  • golfino

Guarda la nostra Gallery

ATTENZIONE: le informazioni presenti in questo articolo possono non essere aggiornate, per cambiamenti dovuti a clima, manutenzione del territorio, eventi naturali, danni causati dall’uomo. Se volete segnalarci difformità con quanto scritto, vi invitiamo a farlo scrivendo a [email protected] – Contribuirete così ad un sito sempre più aggiornato ed attendibile. Grazie!

L’Anello di Acquasanta e il Museo della Carta

Piazza dell\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\'Acquasanta, 254, 16158 Acquasanta GE, Italy

Post correlati