Un weekend goloso per grandi e piccini con tante sorprese per i bambini che potranno anche diventare pompieri per un giorno, grazie a Pompieropoli.

Dopo l’enorme successo delle passate edizioni, ritorna il vivace “raduno del gusto” in Piazza Martiri della Benedicta delle Pro Loco e delle Associazioni dell’Ovadese, durante il quale sarà possibile fare un primo assaggio delle più interessanti feste e sagre estive e conoscere le tante attrattive culinarie che il territorio dell’Alto Monferrato offre.

Il programma completo

Nei giorni di Sabato 20 e Domenica 21 maggio 2017 si svolgerà, a Ovada (AL) la tredicesima edizione della rassegna enogastronomica Paesi e Sapori. Durante la manifestazione ognuna delle Proloco e Associazioni partecipanti proporrà un piatto tipico, promuovendo così, con il linguaggio universale del gusto il territorio e le sagre che si terranno nella zona durante il periodo estivo.

Gli stand gastronomici si apriranno sabato 20 maggio 2017 a partire dalle 18.00, dando inizio alla degustazione delle numerose specialità accompagnate dai vini locali, in particolare dal Dolcetto D.O.C. e dall’OVADA D.O.C.G. Dopo un flash mob, in serata il pubblico sarà intrattenuto con animazione, baby dance e con lo spettacolo musicale danzante dal vivo del gruppo ASD Mamborico.

A dare il via al programma domenicale sarà la novità di quest’anno, pensata per i più piccoli: Pompieropoli, l’iniziativa di grande successo dei Vigili del Fuoco che consente ai bambini di scoprire il mondo affascinante dei pompieri giocando, e imparando molte cose utili sulla sicurezza in casa e non solo. Oltre ad ammirare i mezzi dei Vigili del Fuoco, i bambini potranno cimentarsi in vari esercizi arrivando magari addirittura a impugnare un idrante per spegnare un incendio.

A partire dalle 10.30 di domenica si svolgerà anche MotorinOvada, 7° Raduno di Ciclomotori d’epoca a rullo, monomarcia, turismo, scooter, sportivi e fuoristrada immatricolati entro il 1990.

Gli stand gastronomici riapriranno alle 12.00 per il pranzo e alle 18.00 per la cena. A partire dalle 19.00 la festa continua con l’intrattenimento musicale danzante del gruppo ASD Mamborico.

Quest’anno sarà ospite della manifestazione il Comune francese di Point Saint Esprit.

Tutte le bontà che si potranno gustare:

Pro Loco Battagliosi/Albareto – Fiazein (focaccino all’antica)

Pro Loco Cassinelle – Rosticciata mista con patate

Pro Loco Cimaferle – Focaccia al formaggio

Pro Loco Costa e Leonessa – Frittelle e patatine fritte

Pro Loco Mantovana – Salamini dell’anniversario

Pro Loco Montaldo Bormida – Farinata

Pro Loco Ovada – Bar

Pro Loco Trisobbio – Piadine di polenta farcite

ANSPI Oratorio Silvano d’Orba – Dolci casalinghi

ASD Tagliolese CCRT – Agnolotti

Ass. Insieme per Castelletto – Fritto misto di pesce

Croce Verde Ovadese Onlus – Testaroli

Polisportiva Rocca Grimalda – Lasagne nella Peirbuieira

SOMS Silvano d’Orba – Fave, salame e pecorino

U.S. Moretti 70 – Spiedini di pecora con panisette

Ovada e i comuni dell’ovadese si trovano in una zona singolare, al confine tra la Liguria e il Piemonte. Questa caratteristica geografica e storica del territorio si rispecchia anche nelle sue tradizioni culinarie, che sono una vera e propria unione tra queste due meravigliose terre. Le specialità monferrine si abbinano così ai deliziosi piatti di cucina povera ligure, come ad esempio la farinata.

Tra gli antipasti della zona i più importanti sono le verdure in bagna caoda, la carne cruda battuta al coltello, le acciughe in salsa verde, il vitello tonnato, le insalate di funghi freschi e gli immancabili salumi.

A seguire, sono gli agnolotti a farla da padroni tra i primi piatti, di sfoglia sottile con il ripieno a base di carne e, ovviamente, la borragine, da consumarsi con il sugo o “bianchi” in una tazza fumante di vino Dolcetto d’Ovada.

Altri piatti tipici dell’ovadese sono i ravioli alle verdure, tajarin ai funghi, la peirbureira di Rocca Grimalda, la polenta condita in vari modi, una volta piatto unico e oggi nuovamente ricercata. Nel periodo pasquale sono irrinunciabili gli andarini, piccolissimi gnocchi di farina da consumarsi in brodo. In stagione i funghi preparati e cucinati in vari modi dominano i secondi piatti. Ad essi si aggiungono il bollito misto, la selvaggina, gli arrosti, le torte verdi con erbe selvatiche, cime ripiene, il cappone bollito con salsa verde, il fritto misto alla piemontese.

 

PER INFORMAZIONI:

www.prolocoovada.it

iat@comune.ovada.al.it

Ufficio Iat Ovada 0143/821043

 

Annunci

Post correlati